L'invasione russa non solo preoccupa la politica europea, ma ha anche un impatto sulle relazioni diplomatiche internazionali. Come si comporterà la Cina? Chi vota come nelle votazioni dell'Assemblea Generale dell'ONU? E, naturalmente, dove si trova l'India?

Un commento di Dr. Wamser + Batra - Expertise for India.


L'India, un paese che qualche decennio fa era conosciuto soprattutto per questioni sociali come le carestie, i roghi di vedove e Madre Teresa, è riuscito dall'inizio degli anni '90 ad assicurarsi l'accesso al mercato mondiale attraverso riforme economiche orientate all'"Occidente" e ad essere percepito come un importante mercato futuro. La porta è stata aperta agli investitori stranieri e sono state soprattutto le aziende occidentali dell'Europa e dell'America a fare il passo in India. L'India è ormai un luogo consolidato sulla mappa delle aziende internazionali. Sia per le attività di vendita che per la produzione industriale e i servizi legati alle imprese (call center, centro di sviluppo, industria dei servizi).

Pertanto, è forse anche comprensibile se i media e i rappresentanti pubblici occidentali sono irritati dal fatto che l'India non stia attualmente prendendo una posizione chiara contro la Russia. Invece, il paese sta cercando di trovare un modo che permetta entrambi: la cooperazione economica con l'Europa e l'America, senza terminare o forse anche intensificare la sua decennale cooperazione con la Russia.

Alcuni giornalisti vedono già il pericolo di un Disaccoppiare i paesi più popolosi del mondo dalle transazioni in euro e dollari (con cui si intende non solo la Cina ma anche l'India) e parlare dell'India che è pugnalerebbe l'Occidente alle spalle. L'India forse beneficerebbe anche della guerra in Ucraina, poiché i prezzi favorevoli delle materie prime, per le quali si dice che la Russia offra anche generosi sconti, sarebbero accolti a braccia aperte in India.

Perché l'India non prende chiaramente le distanze dalla Russia e quindi si schiera con i paesi europei? 

Per capire e valutare il comportamento politico, si dovrebbe approfondire la relazione tra la Russia e l'India e la visione storica che l'India ha dell'"Occidente". Questo può essere riassunto (molto semplificato!) come segue: I paesi occidentali, specialmente gli Stati Uniti e la Gran Bretagna, sono stati visti in India per decenni come "aggressori" che giocavano con i "piccoli". Nel profondo dell'anima indiana, la gente si vede come sfavorita e simpatizza con i "più deboli".

Nonostante tutta l'euforia della parte urbana e orientata al business della popolazione per la cooperazione con gli investitori stranieri dei paesi occidentali, non bisogna dimenticare che la maggioranza della popolazione indiana non ha potuto sentire nessun "effetto a cascata" positivo di questi investitori anche dopo decenni e ha sicuramente timori di "sovra-americanizzazione".

L'URSS e poi la Russia, d'altra parte, hanno sostenuto l'India con armi e aiuti economici dopo l'indipendenza nel 1947. E molti indiani sottolineano che questi "aiuti" non devono essere semplicemente dimenticati. Gli amici restano uniti anche nei momenti difficili, e quindi la Russia non dovrebbe essere abbandonata troppo in fretta. Inoltre, oggi Il 70 per cento delle armi delle forze armate indiane sono di produzione russa. L'India non vuole fare a meno di queste armi, poiché continua ad essere minacciata militarmente dai suoi vicini Pakistan e Cina.

La generazione più giovane, d'altra parte, si sta allontanando sempre più dall'attaccamento storicamente condizionato alla Russia. I professionisti altamente specializzati vedono il loro futuro in Occidente: negli Stati Uniti, in Gran Bretagna o in Germania, dove sono accolti a braccia aperte e possono permettersi un alto tenore di vita. E non in Russia. 

Il funambolismo dell'India - La nostra valutazione

Se all'India fosse permesso di scegliere, la via da seguire per l'India (dal nostro punto di vista) sarebbe la seguente:

a) Ulteriore integrazione economica con l'Europa e l'America (del Nord). Posizionamento sul mercato mondiale come alternativa alla Cina. Un allontanamento o un "disaccoppiamento" non sarà probabilmente favorito dall'India. Solo pochi giorni fa, dopo anni di negoziati, l'India ha firmato un accordo con la Cina. Accordo di libero scambio firmato con l'Australia. Il collegamento con i paesi occidentali è ovviamente desiderato e promosso in molti luoghi.

b) Mantenere l'acquisto di energia e tecnologia delle centrali elettriche (centrali nucleari) e di beni militari dalla Russia.

Pertanto, la preoccupazione attuale dell'India è certamente anche quella di mantenere o espandere la sua attrattiva per gli investimenti globali. Senza entrare nel mirino ostile della Russia nel processo. Una passeggiata sul filo del rasoio che può essere cruciale per un paese che cerca la sua posizione nell'economia globale.


Imprenditori: scambio interno

La guerra in Ucraina e il suo impatto sul business in India

Ti piacerebbe scambiare opinioni con altri imprenditori sugli attuali sviluppi e sull'impatto della guerra in Ucraina sul business in India? Ospitiamo regolarmente uno scambio confidenziale e informale. Mandaci un messaggio se vuoi partecipare.